| contatti | disclaimer | privacy | sostieni agyrion.it | agyrion in breve | sponsor | blog | agira.org | radio agira | vivienna | bonfirraro editore


Storia e Cultura
  Preistoria di Agira
The story of Agyrion
Die geschichte auf deutsch
La storia di Agyrion in latino
Le dominazioni
Le monete
Gli agirensi
Diodoro Siculo
San Filippo di Agira
San Filippo a Limina (Me)
San Filippo a San Fratello (Me)
San Filippo a Malta
Convento di San Filippo
Le glorie di Agira
Siti archeologici
Siti preistorici
Itinerario archeologico
Reperti
Libri dell'ottocento
Theoremata moralia del 1638
Storia del castello di Agira
Le torri di avvistamento
L'Aron di Agira
Il riparo Longo
La necropoli
 
 

Arte e Tradizioni
  Mappa di Agira
Immagini
Foto inedite degli anni '60
Cartoline primi anni del 1900
Palazzi
Chiese
Fiaba
Il pane è nato ad Agira
Le masserie
Un chiosco tristemente famoso
1338, il dono dei mille
Museo privato di Agira

Le case al borgo di Agira
 
 

Interviste e personaggi
  I residenti
Gli immigrati
Dati anagrafici
Nati in provincia di Enna
Mario Minniti
Renato Pettinato
Carmelo Sammartino
Restauri
Petizione
L'altra faccia della luna
Il territorio di Agira su NG
Madonna della Visitazione
Intervista a Buttafuoco
Intervista a Walter Lo Cascio
Acquista su Lulu.com
 
 
Agyrion, storia della preistoria di Agira

Migranti. Ed. 2015
Il reportage. Da Lampedusa a Settimo Torinese passando per Mineo. Speranze che rinascono e si infrangono continuamente.

Lo scemo, il coccodrillo e l'Udinese. Ed. 2015
Un diario esilarante, a volte malinconico, con spruzzi di riflessione sul mondo che ci circonda. Partendo da una passione travolgente...

Mamma ti prego portami via!. Ed. 2012
Da un fatto di cronaca un'inchiesta per denunciare le tante ambiguità dei servizi sociali

L'implementazione dei nuovi media all'interno dei luoghi di lavoro e la miscomunicazione. Ed. 2011
Seconda produzione per il 2011. La comunicazione tradizionale ha i giorni contati...

Unikuore. Ed. 2011
Il nuovo libro di Gaetano Amoruso. Una riflessione avvicente sull'amicizia. Una devastante riflessione sulla vita.

FILIPPO di Agira. Ed. 2010
Il saggio sulla storia di S. Filippo. Disponibile in tutte le librerie, presso la Feltrinelli e nei circuiti Euronics

Agyrion.it: il libro. Ed. 2008
Da Ercole al web. Un affascinante excursus storico su uno dei più antichi paesi del mondo

In senso inverso. Ed. 2006
Il libro di Gaetano Amoruso tratto da una storia realmente accaduta

Alluvione. Ed. 1998
Il "primo passo" verso il mondo dei libri. Una denuncia contro mafia e servilismo

Download
I file in pdf sulla storia di Agira da scaricare e conservare

Dicono del sito
Una raccolta di articoli di stampa che hanno parlato di questo portale

Chi sono
Ideatore, proprietario e gestore di www.agyrion.it


Il 2008 all'insegna dell'archeologia



Agira si estende su una superficie di 16311 ettari e conta circa 8000 abitanti.
Fa parte della provincia di Enna ed è uno dei paesi più vetusti d'Italia. Iniziò ad essere abitato trentamila anni fa.

Agira è un grazioso centro agricolo e vanta una ricca produzione di cereali, mandorle, olive e uva. Rilevante è l'allevamento di bovini, ovini e equini grazie alle vaste terre adibite a pascolo. Numerose sono le sorgenti di acqua solforosa.
L'attuale conglomerato urbano di Agira si abbarbica sul fianco ovest del monte Teja su un suolo di tufo calcareo delle fine del pliocene. Lo storico Maggiore indica il paese come un 'arcaico stanziamento siculo risalente al 1370 a.C mentre l'Amico afferma, nel suo dizionario topografico che Agyrion fu fondata dai Sicani. Gli abitanti di Agira, in siciliano, sono chiamati "sanfulippani", per via del loro santo patrono, che è San Filippo, un sacerdote oriundo della Tracia, che nel V secolo venne ad evangelizzare la Sicilia centro-occidentale ed era particolarmente valido nell'esorcizzare i demoni, liberando gli invasati e gli ossessi. San Filippo morì ad Agira, a 63 anni, il 12 maggio del 450 circa; sul luogo della sepoltura fu eretta una chiesa.
segue...
il logo di agyrion



Copyright © 2003-2016 www.agyrion.it All rights Reserved

Special thanks to Gaetano Amoruso for the idea. Thanks to all people and companies involved in this project for their kind collaboration. Also thanks to Antonio Garrubbo, Antonio D'Andria, Innocenzo "Enzo" Amoruso, arkeomania.com, Mirella Lo Giudice, associazione Limen, Vincenzo Scuderi. For the images thanks to Mario Caramanna, Walter Lo Cascio, Nino Scardilli, Bruno Taddei, archives Alluvione.

Agyrion is a registered domain property of Stefania Aricò a Gaetano Amoruso exclusivity


Ultimo aggiornamento 11/12/2015

Unikuore Filippo di Agira